Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

I comportamenti di questi uomini sono appunto dettati dalla loro cultura ma anche da un bisogno di un tornaconto personale…

Mi spiegate perchè?
August 28, 2015
28-year-old Uganda singer to marry his 68-year-old fiancée
August 29, 2015

Volevo dire che la nazionalità di una persona ( in questo caso Senegal), sicuramente non determina comportamenti scorretti e poco rispettosi come quelli qui più volte descritti, quanto invece l’educazione ricevuta e la cultura ( cultura intesa come l’insieme di usi, costumi, tradizioni ed esperienze che caratterizzano un popolo ) .
Questo per dire che, se da una parte è ingiusto demonizzare una intera categoria di uomini sulla base della loro nazionalità, dall’altra è anche vero che certe “visioni” del mondo sono fatti prettamente culturali.
Un certo tipo di concezione della donna ( come essere indifeso, come essere da governare, da aiutare, un essere di cui prendersi cura, con un ruolo secondario rispetto all’uomo all’interno delle diverse sfere sociali) è un fatto prettamente culturale, e ahimè, la religione ha un ruolo di non poco conto nell’ imprimere, anche e soprattutto inconsciamente, fin dalla tenera età , questo tipo di forma mentis.

Crescendo in ambienti dove predominano tali concezioni, è facile che poi da adulti queste visioni si traducano in comportamenti irrispettosi che in culture diverse, come la nostra, risaltano ancora di più e sono ancor più inaccettabili.

Esiste un tipo di maschilismo altrettanto deplorevole nel nostro Paese, ma di tipo diverso, anche se a volte porta agli stessi risultati.
( Si potrebbe aprire un’intera discussione anche su questo, infatti nessuno vuole sostenere che gli italiani siano uomini migliori, ma qui si parla di coppie miste…)

Tornando all’argomento in questione, e parlando per esperienza diretta e conoscenza, vorrei sottolineare che molto spesso i comportamenti di questi uomini sono appunto dettati dalla loro cultura ma anche da un bisogno di un tornaconto personale, che spazia dai documenti ad una semplice sistemazione, un alloggio, dei soldi e via dicendo.
Insomma è il bisogno di tornaconti personali che unito a certe “credenze” e visioni del mondo, generano un mix micidiale.
Persone che vivono doppie vite, e quasi si convincono e convincono gli altri, che quella vissuta qua sia quella vera.
Persone che hanno perso il senso della realtà, persone che sanno mentire con abilità e senza alcuno scrupolo, persone che giurano il falso sulla vita dei loro figli, visto con i miei occhi.

Una di queste persone, per esempio, è venuta pure in questa pagina a scrivere post o a commentare, continuando con il suo fare, con il suo finto buonismo, facendo finta di essere ciò che non è, quando invece è solo un individuo che vive quotidianamente nella menzogna e come ha cercato di ingannare (e cosa ancora più meschina, infangare) me, ora sta sicuramente riempendo di stronzate la testa di qualche poveretta che magari ci casca pure.

Ho conosciuto altrettante persone stupende, vere e dai sani principi, ma vi assicuro che in questo mondo fatto di bugie, interessi personali e grandissima ipocrisia, sono veramente poche.
Vi dico sola una cosa : quando vi approcciate ad una cultura diversa dalla vostra cercate prima di informarvi, riguardo usi, tradizioni e abitudini etc etc, ma cercate anche di capire il vissuto, sembra stupido da dire, ma è molto più difficile di quanto possa sembrare! E soprattutto …occhi sempre ben aperti!

Comments are closed.

error: Content is protected !!