Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
The Color of Love by Ty Mitchell
September 3, 2016
Cosa avrà Michelle più di noi?
January 12, 2017

Nel mio universo femminile mi è capitato spesso di immaginare le coppie miste come quel genere di amori un pò da film. Quelli in cui per stare insieme bisogna superare molti ostacoli, quelli in cui si piange, ci si emoziona e si hanno quei baci lunghi e infiniti. Così sono andata in giro per la rete e davvero ho conosciuto casi in cui le storie erano così dannatamente romantiche che Heathcliff al confronto era uno scolaretto.

Poi però ho incontrato anche tante coppie che diversamente di romantico non avevano proprio nulla. Nelle coppie miste esiste uno strano fenomeno: quello in cui alcune donne come anche alcuni uomini collezionano donne su donne e uomini su uomini sempre delle stesse nazionalità. Le donne hanno il primato con gli africani. Gli uomini con le russe e più in generale con tutte le donne dell’est.

Così ho iniziato a frequentare questi siti dove solitamente avvengono gli incontri. Il primo impatto è ovviamente una fotografia. Per le donne si varia : si va da pose provocanti a visi d’angelo. Gli uomini invece sono tutti palestrati. Pochi gli intellettuali. Come una sorta di supermercato : vi scegliete quello che più vi piace .

Iniziano le chat  dove superati i vergognosi complimenti sull’aspetto fisico si passa a quanto sia stata miserabile e triste la vita del nostro straniero/a di turno.

Scatta la compassione, si stringe il cuore … bisogna sentirsi vicini: numero di telefono, Facebook, instagram, WhatsApp, skype e non per ultimo il nuovissimo Imo.

La differenza d’età è ovviamente notevole. Donne quarantenni o cinquantenni con ventenni. Idem per gli uomini.

Qualche settimana prima di natale le uniche foto postate sono : Foto di aeroporti e valigie : chi partiva per l’africa e chi per la Russia.

Risultato?

C’è chi ritorna innamorato e pronto a far carte false per fare documenti e permessi di soggiorno. E chi invece diversamente è pronto a ricominciare di nuovo con lo stesso giro : foto, chat, conversazione strappalacrime, valigia, aeroporto, sesso e ritorno a casa .

Stessa nazione, un inglese al limite del proponibile, la consapevolezza di essere solo presi in giro ma con la pretesa di sentirsi anche vittime all’occorrenza.

E si perché mentre gli uomini è vero che fanno collezione di donne bionde con occhi azzurri ma sono del tutto disinteressati sul risultato della conoscenza in questione, le donne dalla loro parte vogliono a tutti costi convincersi che non è così: continuerà ad insistere sempre sullo stesso continente diventando ambasciatrice di tutte le bandiere africane .

Ciò che mi sono sempre chiesta: se l’amore è cieco perché allora ci sono alcune donne /uomini che nel loro curriculum sentimentale potrebbero annoverare sempre partner dello stesso tipo? Perché ci sta questa ossessione nel cercare sempre e solo uno stesso tipo di partner? Perché si vuole in qualche modo forzare il destino? Perché si vuole togliere all’amore quel ruolo che di solito dovrebbe avere in tutte le relazioni?

Personalmente io non credo che queste coppie siano coppie miste – Sono coppie con l’ossessione di vivere uno straccio di relazione con un colore di pelle, un colore di capelli e di occhi.

Ognuno di noi ha fallimenti alle spalle, tradimenti e situazioni poche carine : ma non di certo tutti trascorriamo la vita a pubblicare foto mezzi nudi su Facebook e a sentirci lusingati/e perché uno stuolo di uomini/donne (sempre stesso continente) ci scrive quanto siamo “scopabili”.

Non so Voi, ma io invece di sentirmi lusingata mi vergognerei di me stessa.

Comments are closed.

error: Content is protected !!